ATTENTI A QUEL SUONO!

Età: dai 4 anni 

Utilità: Un’attività semplice da realizzare, per allenare l’attenzione uditiva, l’attenzione divisa, la concentrazione e la memoria di lavoro. 

Spazi e materiale

Per svolgere questa attività vi serve una stanza il più possibile spaziosa (per chi avesse un giardino, questo è il luogo ideale), dove poter creare un percorso.

Per creare il vostro percorso potete sbizzarrirvi e dare spazio alla vostra fantasia! 

Ecco alcuni esempi: posizionare alcune sedie attorno alle quali fare uno slalom, mettere per terra dei cuscini su cui camminare, utilizzare un pezzo di scotch attaccato sul pavimento (o le fughe tra le piastrelle) come fune su cui camminare in equilibrio, posizionare una sedia stabile su cui il bambino può salire o passare sotto, creare con lo scotch dei quadrati entro i quali saltare (se le avete, potete anche scegliere delle piastrelle), … 

Infine, vi servono un 2 oggetti che facciano un suono, come un campanello o un fischietto. Se a casa non avete questo tipo di oggetti, potete decidere voi dei suoni da fare, come battere le mani o schioccare le dita

Svolgimento

  • Per prima cosa bisogna creare il percorso: coinvolgete il bambino e collaborate nella costruzione!
  • Una volta stabilito il percorso, fate fare un giro di prova al bambino
  • È ora il momento di introdurre i 2 suoni: ad ogni suono dovete associare un’azione che il bambino dovrà eseguire tutte le volte che sentirà quel suono. Ecco alcuni esempi di azioni: fare un salto, accovacciarsi per terra, stare su un piede solo per qualche secondo, alzare le braccia e poi stare fermi, sdraiarsi sulla pancia, stare in punta di piedi per qualche secondo, …
  • Scegliete quale azione volete assegnare a quale suono e spiegatelo al bambino. Assicuratevi che abbia capito cosa deve fare quando sente i suoni
  • Quando il bambino è pronto, si parte! Il bambino inizia il percorso e voi, ogni tanto, gli fate sentire un suono (un suono alla volta). Il bambino dovrà concentrarsi sul percorso e allo stesso tempo stare sempre attento ai suoni che sentirà
  • Quando sentirà un suono, il bambino dovrà fermarsi nel percorso e fare l’azione associata ad esso

Indicazioni del terapista:

È importante che il luogo in cui si svolge l’attività sia sicuro. Incoraggiate il bambino a fare proposte per la creazione del percorso, ma valutatene sempre la sicurezza! 

L’attività si può variare a seconda dell’età e del livello di abilità del bambino: per renderla più difficile potete aumentare il numero di suoni cui il bambino dovrà fare attenzione durante il percorso o rendere i suoni simili tra loro (per esempio, un suono composto da un solo battito di mani e un altro composto da due battiti).

Lascia un commento

Torna su