IL GIOCO DELLO SPECCHIO

Età: dai 4-5 anni in su.

Utilità: permette di sperimentare l’imitazione e allena la conoscenza del proprio corpo, coordinazione, equilibrio e consapevolezza del movimento del corpo nello spazio. 

Svolgimento: le regole sono semplicissime; genitore e bambino uno di fronte all’altro; il genitore fa un movimento e il bambino è lo specchio che lo deve copiare. 

Con il gioco dello specchio quindi il copiare diventa regola e divertimento, si impara a conoscere il proprio corpo, la spazialità, la relazione  tra il proprio corpo e lo spazio circostante.

Inizialmente verso i 5-6 anni i movimenti saranno più schematici, sgraziati e impacciati, la spazialità ancora vaga. Assenti i movimenti di gambe e piedi. 

Verso i 7-8 anni i movimenti incominciano ad essere più complessi e articolati. 

Dai 9-10 anni il gioco diventa un gioco mimico teatrale e i movimenti da copiare possono essere vere e proprie azioni della vita quotidiana.

Per rendere il gioco più divertente possiamo costruire un vero e proprio “specchio”.

Occorrente:

Cartone di riciclo

Forbice

Nastro adesivo

Istruzioni:

  • tagliare il cartone a strisce di circa 5 cm di larghezza;
  • comporre una cornice delle dimensioni volute;
  • assemblare con il nastro adesivo la cornice così composta;
  • utilizzare la cornice come fosse uno specchio attraverso cui guardarsi e imitarsi;

Lascia un commento

Torna su